Intervista a Roberto Schena

pdmx, lun 18 febbraio 2013 - 06:45:00



Intervista a Roberto Schena

Nome:
Roberto Schena
Età:
Se arrivo a maggio, compio 45 anni (31-5-1968).
Città:
Fasano (Br).



in foto da sx Roberto e Nunzio Schena



Come ti sei avvicinato al fuoristrada ?
Malattia di famiglia… a 14 anni mio fratello Carlo mi ha avviato al Trial (Fantic 50), poi crescendo ho voluto provare un po' di velocità, prima con il Motocross grazie ai ricordi di mio fratello Ignazio che ha corso anni prima, poi un po' di enduro e poi addirittura dei trofei in pista. Il mio amore per gli sport motociclistici è a 360 gradi, fuoristrada, pista, basta che ci stanno le ruote ed un motore.
Hai mai fatto gare ?
Gare??? Certo, da giovane ero un amante dell'agonismo. Gare di trial, con vittorie di classe 50 (1983-1984).
Nell'85 qualche gara nei kartodromi con i ciclomotori e poi nel 1986 qualche gara di regionale motocross 125, adoravo saltare, ma non mi allenavo fisicamente e dopo due giri di gara ero uno straccio…
Nel 1987 scoprii il fascino della pista, feci una gara a Misano con una Honda 125 SP e constatai che rispetto al motocross non ci si stancava e soprattutto non ci si riempiva di polvere e fango. Era la mia strada, infatti ho fatto il campionato italiano sport production nel 1988 ed il Trofeo Gilera MX1 nel 1989, miglior risultato un secondo posto sul bagnato a Misano. Poi con l'inaugurazione dell'autodromo del levante finì la mia carriera, per assurdo, con finalmente un autodromo vicino, diventai Direttore di gara ed organizzatore e quindi basta gare. Cominciai così ad aiutare altri piloti, in particolare Luigi Ancona che era davvero meritevole. Poi dopo due anni di stop ed impegni di studio cominciai a correre in auto, Rally, salita, pista, in questa seconda carriera a 4 ruote devo dire che ho raccolto più frutti con belle vittorie in tutte le discipline...

A che età la prima moto ?
"Rubavo" quelle dei miei fratelli fino al 1983 che presi la prima Fantic 50 da trial.

Vai ancora in moto ?
Andare in moto è come respirare, non bisogna mai smettere, fa male… Per colpa di mio nipote ho pure ripreso a correre (per modo di dire) con una Ktm 250 enduro.

Che Moto hai/usi ?
Ho una suzuki Vstrom 650 che uso l'estate per non fare le file…
Una vecchia Beta da Trial per nostalgia e da poco una Ktm 250 4T per l'enduro...

Sei contento della tua moto ?
Non sono un tecnico e sono consapevole dei miei limiti, quindi qualsiasi moto andrebbe bene… Certo l'ultima ktm che ho guidato è molto diversa da quello che guidavo nel 86… hanno fatto passi da gigante con le sospensioni ed i motori 4 tempi… pure io riesco a guidarla…
pregi:
assetto e guidabilità
difetti:
sella dura...
Ti alleni anche senza moto ?

In teoria si, sprono i miei piloti a farlo, abbiamo un preparatore atletico di altissimo livello, ma il tempo è tiranno e quindi alla fine ho sempre il fiatone...




Com'è andato il 2012? Sei soddisfatto dei risultati della tua squadra ?

E' stata una bella stagione, la vittoria di Gentile nel Trofeo Bridgestone in collaborazione con Brunetti che ci ha messo a disposizione la bella KTM Lc8 dopo la prima gara è stata una bella avventura, ma anche nel motocross grazie a Marco Liuzzi e Mimmo Lacerignola i nostri piloti hanno vinto in tutte le classi, abbiamo supportato per la prima volta Jacopo Schito che è un prodigio. Sono soddisfatto pure del ritorno alle corse di mio nipote Nunzio Schena che nonostante una moto non al top e anni di ruggine ha ben figurato chiudendo il regionale al terzo posto.



Cosa miglioreresti nell'organizzazione delle gare?
Bella domanda. Ho seguito per anni attività nazionale ed internazionale in pista e quindi tornare al fuoristrada locale con piste quasi inesistenti non è stato semplice. Gli organizzatori purtroppo sono messi alle strette dai costi, dallo scarso numero di iscritti, e quindi è una situazione non semplice. La situazione potrà migliorare solo quando si uniranno le forze. L'esistenza sul campo di più enti organizzatori ha indebolito il sistema a discapito di tutti e della qualità delle gare. Purtroppo fare i dirigenti gratis non è una buona cosa e quindi ci si avventura in nuovi organismi che ti permettono di fare lucro con regole molto aleatorie e poi tutti diventano Capi e non gregari...
Cosa miglioreresti nelle piste ?
Non più di quello che le omologazioni serie chiedono.





Obbiettivo/i per il 2013 ?
Abbiamo una bella squadra nel motocross ed una anche nell'enduro, quindi qualche titolo non ci dispiacerebbe. Sul fronte pista stiamo ancora definendo.

Considerazioni/ringraziamenti finali:
Credo che con il Team Puglia facciamo tanto per aiutare i ragazzi a correre, cerchiamo di fargli capire i vari aspetti del mondo delle corse, preparazione, immagine, rispetto, ma non è semplice e non sempre la gente è grata per quanto facciamo. Ma non importa, io ed i miei preziosi collaboratori lo facciamo con passione e a "fondo perduto"…
Ringrazio tutti coloro che in qualche modo ci seguono e ci sostengono, comprese quelle aziende che comprano la nostra pubblicità!!!






Qui l'elenco di tutte le interviste


Vuoi rispondere alle domande anche tu ? Invia le tue risposte
via mail o tramite messaggio in facebook








questo oggetto è tratto da PDMX.it il Motocross in Puglia e non solo...
( http://www.pdmx.it/e107_plugins/content/content.php?content.400 )