6^ Prova Regionale MX UISP Puglia - 5^ Basilicata - 13/05/12 - Ginosa (Ta)

pdmx, lun 14 maggio 2012 - 13:04:00


6^ Prova Regionale MX UISP Puglia

5^ Prova Regionale MX UISP Basilicata
13 Maggio 2012 - Ginosa (Ta)

Gara

Risultati

Foto



Anticipo d'estate

Già alle nove di mattina il termometro segnava 25 gradi. La temperatura è andata chiaramente salendo e la giornata è stata calda, molto calda. Fortunatamente c'era anche un venticello che alleviava la calura ma che accellerava l'asciugatura del terreno che è stato fresato e bagnato per quindici ore il sabato. La mattina, prima delle prove, e durante i quarantacinque minuti della pausa pranzo, Gerardo ed il suo staff ha provveduto all'irrigazione che è avvenuta sia automaticamente che manualmente (in alcuni casi è la soluzione migliore). Nonostante questo, il terreno, in alcuni punti e sopratutto sul finire della giornata, è rimasto compatto e si è vista la polvere. Come da programma c'erano i trasponder che sono stati consegnati ai piloti ma a causa di un problema tecnico non è stato possibile il loro utilizzo. In soldoni un cavo della 220 troppo vicino all'antenna dei transponder impediva al sistema di rilevare il passaggio dei piloti. Max Serafino, che scherzosamente abbiamo definito presidente operaio, ha provato personalmente a passare e collegare altri cavi ma non c'è stato niente da fare, quindi con carta e penna i cronometristi hanno lavorato come una volta. La crisi economica si fà sempre più evidente ed in pista abbiamo trovato 62 piloti, praticamente la metà di quelli intervenuti l'anno scorso Per questo motivo sono state accorpate le classi dei minicrossisti (solo tre nonostante l'iscrizione gratuita), gli Hobby MX1 e gli Amatori MX1, gli Esperti MX1 e gli Agonisti sia MX2 che MX1. Come al solito, lo spettacolo in pista non è mancato e le gare sono state avvincenti. Le prove libere sono cominciate un'ora più tardi rispetto al previsto, alle 11:30. Si è cercato di accellerare per recuperare il ritardo e la manifestazione, premiazione compresa, è terminata alle 18:40.

Dalena Piero

"Volevo personalmente ringraziare tutti i 62 partecipanti alla gara di Ginosa e le loro famiglie che con passione e sacrificio sono intervenuti. Sono dispiaciuto che nonostante le 15 ore di acqua del sabato, siamo riusciti marginalmente a contenere la polvere, ma credo che tutti ci siamo resi conto di quali erano le temperature. Un GRAZIE DI CUORE a tutti." Gerardo Sannelli.


MINICROSS
(Promo 50, Mini 65 ed Mini 85 cc)

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Solamente tre, uno per categoria, i minicrossisti presenti a Ginosa. Al via della prima manche Michele Gaballo (Ktm), con la sua piccola 65 cc è davanti a Luigi William Felicetti (in foto) che guida una Honda 150 quattro tempi ("equivalente" alle 85 cc 2 tempi). I due sono seguiti da Simone Brancati, figlio di Antonio, che alla guida di una KTM 50cc è alla sua prima gara in assoluto. I due piloti più grandi, Gaballo e Felicetti hanno più o meno lo stesso ritmo e Michele, nonostante la moto col motore meno performante, tiene dietro per tutta la gara Felicetti.

Simone, scivola si rialza e porta onorevolmente a termine la sua prima manche.
Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Poco dopo le 16.00 parte la seconda manche e Gaballo fà nuovamente l'holeshot. Dopo metà del secondo giro Felicetti supera Gaballo e si porta in testa. Felicetti contiene gli attacchi di Gaballo e guadagna anche un pò di terreno che gli consente di vincere la manche. La gara và quindi, virtualmente, poichè essendo di categorie diverse i piloti sono tutti vincitori, a Felicetti che precede Gaballo e Brancati (in foto) che porta a termine anche la seconda manche.


HOBBYCROSS MX2

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Undici i piloti di questa categoria che non è stata accorpata ad altre. Leonardo D'Amicis (Yamaha - in foto) è carico e parte benissimo, dietro di lui, alla prima curva, troviamo Stefano De Siena (Honda), Mirko Strefezza in sella alla sua TM 125, Francesco Laera (Yamaha 125) e Teo Trisolini (Honda). Trisolini recupera velocemente posizioni ed al secondo giro ha già impostato come obbiettivo D'Amicis; Laera è terzo davanti a De Siena e Strefezza. Durante il terzo giro Strefezza supera De Siena e si porta all'attacco di Laera che resiste.

Dopo alcuni giri con Trisolini che gli alita sul collo, D'Amicis prende respiro poichè Trisolini, a causa di un errore, scende in quarta posizione davanti a De Siena. Dopo diversi giri di resistenza Laera lascia la seconda posizione sia a Stefezza che a Trisolini. Non passa neanche un giro che Trisolini si libera di Strefezza e si rimette all'inseguimento di D'Amicis che ha un bel pò di vantaggio. A due giri dal termine Trisolini raggiunge D'Amicis che non ha abbastanza energie per rispondere all'attacco e lo "lascia" passare. Le posizioni di testa non variano più e la manche giunge al termine quindi con Trisolini che precede D'Amicis, Strefezza, Laera e De Siena.

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Nella seconda manche partenzona (in foto) di De Siena che alla prima curva è davanti a Trisolini, D'Amicis, Strefezza, Leo Colucci (Kawasaki) e Laera. Dopo poche curve Trisolini supera De Siena e si porta al comando della gara. Al secondo giro Trisolini, che aveva già un pò di margine su De Siena cade sul bob della curva che segue il "doppio" centrale e si mette la moto per cappello. Fortunatamente non si fà nulla e non viene investito da nessuno ma quando riparte è ultimo. D'Amicis supera De Siena e si porta in testa alla corsa.

Laera è terzo davanti a Daniele Maraglino (Yamaha 125), Renzo Leggieri (Honda 125), Colucci e Strefezza cher deve aver commesso qualche errore. Dopo altre due tornate Strefezza è quinto davanti a Leggieri, Trisolini è penultimo davanti a Mancarella. Sul finire di gara le prime posizioni sono invariate e Trisolini non riesce a risalire oltre alla settima posizione alle spalle di Strefezza. La manche termina con D'Amicis che trionfa davanti a De Siena, Laera, Maraglino e Leggieri.
La gara và dunque a Leonardo Damicis che divide il podio con Teo Trisolini e Stefano De Siena. Quarto posto per Laera Francesco che si conferma il primo delle 2T davanti a Mirko Strefezza.


HOBBYCROSS MX1 +
AMATORI MX1

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

In queste due manche hanno corso contemporaneamente ma con classifiche separate i sette piloti della Hobby MX1 ed i sei della Amatori MX1. L'amatore Giuseppe Cirigliano (Suzuki) conferma le sue qualità di Starter anche a Ginosa, alle sue spalle ci sono l'Hobby Giuseppe Sasso (Suzuki), gli Amatori Mario Picariello (Honda - in foto), Michele Cirigliano (Suzuki) e Giuseppe Di Franco (Suzuki - Amatori) che rientra in gara dopo mesi e mesi di stop a causa di un infortunio. Gaetano Quarta (Hobby - Honda) fà spegnere la moto non appena dopo il cancelletto e perde diverso terreno.

A metà giro G. Cirigliano conduce davanti a Picariello, Di Franco, Sasso e M. Cirigliano. Dalle retrovie rinviene forte l'Hobby Rubino Raffaele (Yamaha) che è salito al quarto posto davanti a Sasso, l'altro Cirigliano che è attaccato dall'Hobby Michele Loparco (Suzuki). Le prime posizioni rimangono invariate per diversi giri finchè Picariello piazza la zampata vincente e supera Cirigliano e Lo Parco supera Cirigliano M. guadagnando la sesta posizione (terzo tra gli Hobby). Sul finire di gara Loparco supera Sasso diventando il secondo degli Hobby. Le sorprese non finiscono qui poichè Cirigliano sopravanza Picariello e và a vincere. Terzo Di Franco seguito da Rubino, primo degli Hobby, Loparco e Pippo Ciaglia (Ktm) autore di una bella rimonta.

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Parte la seconda manche e, tanto per cambiare (hihi), in testa c'è Giuseppe Cirigliano, questa volta seguito dall'omonimo Di Franco, Picariello, Sasso, Rubino e Loparco. Nella prima curva Picariello supera Di Franco e sul primo salto è già al fianco di Cirigliano che supererà poco dopo. A metà giro quindi Picariello conduce su Di Franco, Cirigliano, Rubino e Loparco (Sasso è sceso in ottava posizione). Rocco Narciso (Amatori - Honda) è sesto davanti a Michele Piccoli (Hobby - Suzuki). Sul finire della manche Picariello è "tranquillamente" in testa, seguono Di Franco e Cirigliano che sono molto vicini,

Rubino commette un errore e perde diverse posizioni a vantaggio di Lo Parco che diventa il primo degli Hobby. La manche termina senza ulteriori cambiamenti delle posizioni che contano.
Picariello vince la categoria dell'amatori grazie alla vittoria della seconda manche (vi ricordiamo che in caso di piloti a pari punti è discriminante il risultato della seconda manche). Giuseppe Cirigliano sale sul secondo gradino del podio davanti a Di Franco (ottimo rientro per lui), Michele Cirigliano e Narciso. Il podio della Hobby và a Michele Loparco (ci stà prendendo gusto) che precede Rubino e Ciaglia, quarto Rocco Lo Giodice che cancella così il brutto ricordo dell'hanno scorso e quinto Angelo Piccoli.


AMATORI MX2

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Undici i partenti di questa categoria provenienti da Puglia, Basilicata e Calabria. Al primo via l'holeshot è di Giuseppe Criscuoli (Ktm 125 - in foto) ma in uscita di curva Giovanni Porfido (Honda) lo supera, terzo Antonio Novellis (Honda), quarto Marco Bonfrate e quinto Vincenzo Leuzzi (Yamaha). A metà giro Porfido conduce su Novellis che ha superato Criscuoli, Vito Lisi (Ktm 125) è quarto davanti a Bonfrate. Prima che si concluda il secondo giro Novellis riesce a superare Porfido portandosi in testa. Nella tornata successiva Porfido cede anche a Criscuoli che sale così in seconda posizione. Sul finire di gara Porfido entra in riserva e cede sia a Lisi che a Bonfrate che sono vicinissimi ed in piena bagarre. Bonfrate riesce a superare Lisi e guadagna la terza poszione. La manche termina con Novellis vincitore seguito da Criscuoli, Bonfrate, Lisi e Vincenzo Giulivo (Honda) che ha recuperato una partenza da terzultima posizione.

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Dopo le 17 parte la seconda manche, Criscuoli è il primo a volare sul primo salto, seguito da Bonfrate, Porfido, Novellis, Lisi e Giulivo. Dopo poche curve Novellis perde due posizioni a favore di Lisi e Giulivo. Al secondo giro Luca Tondi deve abbandonare la gara a causa della rottura della sua Honda; Novellis recupera una posizione superando Giulivo e Lisi attacca Porfido. Vito (Lisi ndr) riesce a superare Porfido e guadagna la terza posizione alle spalle di Criscuoli e Bonfrate. Porfido ripete la prestazione della prima manche e dopo un ottimo avvio rallenta. Novellis lo supera e gli soffia la quarta posizione.

Più dietro è bagarre tra Giulivo e Nico Masciullo (Ktm 125) per la conquista della sesta posizione. Masciullo si libera di Giulivo, raggiunge e supera Porfido salendo in quinta posizione. Le tre prime posizioni sono stabili ma Novellis è in recupero e punta a Lisi. Giulivo supera anche lui Porfido e ricomincia la bagarre con Masciullo. In testa Bonfrate raggiunge Criscuoli e comincia a pressarlo, poco più indietro Novellis fà la stessa cosa con Lisi che corre ancora con i punti al braccio infortunato a Miggiano. Sul finire della manche Novellis supera Lisi guadagnando la terza piazza e Giulivo si porta nuovamente davanti a Masciullo guadagnando la quinta posizione. Le posizioni non variano più e la manche giunge a termine.
La gara và a Criscuoli che fà felice il maestro (Ivan Di Bello) e precede il calabrese Novellis. Ultimo gradino del podio per Bonfrate guadagnato con una gara in crescendo. Quarto Lisi che precede il "navigato" Giulivo.


ESPERTI MX2

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Francesco Angiulli (Suzuki - in foto) parte (stranamente) benissimo ed alla prima curva è in testa seguito da Florindo Finamore (TM), Marco Masiello (Ktm), Pierluigi Andriani (Ktm) e Sergio Sportelli (Honda). Dopo poche curve il beniamino locale, Donato Grieco (KTM - 125), partito intorno alla settima posizione, è già secondo davanti a Finamore, Andriani, Sportelli, Davide Citiso (Yamaha) e Marco Cretì (Honda). Angiulli impone un ritmo molto forte che gli consente già al primo giro di avere un consistente vantaggio sugli inseguitori Grieco e Finamore che battagliando tra di loro,

non fanno altro che avvantaggiare Angiulli. Al secondo giro Grieco ha distanziato Finamore ed accellera il ritmo per raggiungere Angiulli. Finamore, Andriani e Sportelli sono vicini ed in lotta per la terza posizione, più distanziato Cretì capeggia il gruppo degli inseguitori. A metà gara i primi due hanno un ritmo nettamente superiore e dietro di loro c'è il vuoto. Terzo Finamore che tiene a distanza Sportelli che ha superato Andriani guadagnando la quarta posizione. Grieco rosicchia piano piano qualcosa ad Angiulli ma il vantaggio accumulato gli consente di tagliare vittorioso il traguardo. Terzo Finamore che precede Sportelli ed Andriani.

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

L'Holeshot della seconda manche è di Donato Grieco (whip in foto) che precede Angiulli partito ancora una volta bene, Andriani, Cretì e Sportelli. Angiulli cade quasi nello stesso punto dov'è caduto Trisolini (pilota Hobby) ed è costretto a ripartire dall'ultima posizione. Grieco ne approfitta e comincia già ad allungare su Andriani, Sportelli, Cretì e Vincenzo Longo (Honda). Dopo il primo quarto di gara Finamore che era partito nelle retrovie raggiunge e supera Longo guadagnando la quinta posizione, Angiulli ha recuperato due posizioni ed è decimo.

A metà gara Grieco è sempre più solo al comando, Andriani e Sportelli si giocano il secondo posto e più indietro troviamo Cretì ed Angiulli che continua la sua furiosa rimonta. A tre giri dal termine Angiulli guadagna un altra posizione ai danni di Cretì che si deve anche guardare le spalle da Finamore; più indietro segue Davide Citiso che ha raggiunto e superato Longo. Nel penultimo giro Angiulli raggiunge e supera Sportelli guadagnando la terza posizione, prova a fare la stessa cosa anche con Andriani ma non c'è più tempo e si deve accontentare del terzo posto. Quindi, riepilogando, la manche è vinta da Grieco che precede, Andriani, Angiulli, Sportelli e Cretì.
Il gradino più alto del podio di giornata è di Grieco che consolida la sua leadership di campionato (123 punti di vantaggio sul secondo), secondo Angiulli (6° in campionato), terzo Andriani (2° in campionato) che precede Sportelli e Finamore.


AGONISTI
(MX2 e MX1)
+ ESPERTI MX1

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Queste due manche sono state corse contemporaneamente dai quattro esperti MX1, dai cinque Agonisti MX2 ed i tre Agonisti MX1. Il più veloce della prima partenza è Vito Marseglia (Kawasaki - Agonisiti MX1) che precede Ivan Di Bello (Ktm - Agonisiti MX1), Stefano Di Gennaro (KTM - Agonisti MX2), Leo Colucci (Agonisti MX2) ed il pilota di casa Domenico Lamanna (KTM - Esperti MX1 - in foto). Di Gennaro supera Di Bello e si porta in seconda posizione, ma vi resta poco poichè prima della fine del giro Di Bello si riprende la posizione.

All'inizio del secondo giro Marcello Carrisi (Honda Agonisti MX2) guadagna la quinta posizione assoluta ai danni di Lamanna che deve anche guardarsi dagli attacchi di Marco Margiotta (Honda - Agonisti MX2) e Massimo Mezzapesa (Suzuki - Agonisti MX2). Durante il giro Carrisi supera anche Colucci guadagnando la quarta posizione assoluta (2° tra gli Agonisti MX2). Al terzo giro Ivan Di Bello riesce a superare anche Marseglia e si porta al comando della gara. Antonio Sforza si ferma per dolori alla gamba, si ritira e non prende neanche parte alla seconda manche. Margiotta commette un errore e si fà superare sia da Mezzapesa che da Fabio Lapenna (Suzuki - Agonisti MX2). Mezzapesa supera Lamanna e si porta all'attacco di Colucci. Margiotta supera Lapenna e si porta nuovamente all'attacco di Lamanna. Le prime quattro posizioni sono ben delineate ma dietro è piena battaglia. Battaglia che vede in testa Mezzapesa che è riuscito a superare Colucci. Colucci che si deve piegare anche a Margiotta. Dietro i tre c'è Lapenna che ha superato Lamanna. Lapenna raggiunge e supera Colucci guadagnando la settima posizione assoluta. Davanti, Di Gennaro raggiunge e supera Marseglia guadagnando la seconda posizione assoluta. Lapenna raggiunge Mezzapesa che occupa la quinta posizione e Margiotta scende in nona posizione davanti a Colucci. Lapenna continua la progressione e guadagna la quinta posizione superando Mezzapesa. La manche termina con Di Bello dominatore, Di Gennaro secondo ma primo tra gli Agonisti MX2, terzo Marseglia (secondo tra gli Agonisti MX1), poi Marcello Carrisi (2° Agonisti MX2), Lapenna (3° Agonisti MX1), Mezzapesa (3° Agonisti MX2), Margiotta e Lammanna che è il primo tra gli Esperti MX1. Martino Ligorio (Kawasaki) e Francesco Galione (Honda) sono rispettivamente secondo e terzo tra gli Esperti MX1.

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Nella seconda manche Di Bello parte subito al comando seguito da Marseglia, Lapenna, Colucci, Mezzapesa e Stefano Di Gennaro (in foto). Prima che termini il primo giro Di Gennaro supera Mezzapesa salendo in quinta posizione. Il primo degli Esperti MX1 è Lamanna che occupa la non posizione davanti al diretto rivale Ligorio. Di Bello e Marsegli staccano Lapenna che si deve difendere dagli attacchi di Di Gennaro che ha superato Colucci. Non passa neanche un giro che Di Gennaro supera Lapenna e si mette all'inseguimento di Marseglia che ha quasi un rettilineo di vantaggio.

Bella la battaglia per il quinto posto che vede protagonisti, Colucci, Carrisi, Mezzapesa e Margiotta. A netà manche Di Bello conduce con circa metà rettilineo di vantaggio su Marseglia che a sua volta ha un rettilineo di vantaggio su Di Gennaro. Più indietro c'è Lapenna che ha diverso vantaggio su Carrisi che è riuscito a superare Colucci. Carrisi stacca il gruppetto di cui abbiamo scritto prima lasciando a Colucci, Margiotta e Mezzapesa la lotta per la sesta posizione. Carrisi raggiunge e supera Lapenna che poco dopo, sfortunatamente, buca la gomma anteriore ma continua a girare. La manche giunge al termine con Di Bello vincitore davanti a Marseglia, Di Gennaro terzo assoluto ma primo della MX2 precede Carrisi (2° MX2), Lapenna (3° MX1) e Margiotta (3° MX2). Lamanna è il primo degli Esperti MX1, Ligorio e Galione sono rispettivamente il 2° e 3°.

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

"L'assoluta" (tra virgolette poichè non esiste) và ad Ivan Di Bello (in foto) che sale sul gradino più alto del podio della Agonisti MX1 insieme a Vito Marseglia ed allo sfortunato Fabio Lapenna. Il brindisino Stefano Di Gennaro fa sua la Agonisti MX2, Marcello Carrisi ed il leccese Marco Margiotta completanto il podio. Domenico Lamanna è il primo della Esperti MX1, Martino Ligorio è secondo ma come sua abitudine non sale sul podio e lascia il compito di ritirare la coppa a Lapenna. Il Santeramese Francesco Galione completa il podio.



Inviate il VOSTRO Commento via mail o tramite messaggio in facebook..

Testa


Classifiche di giornata
(pdf)

Minicross
65 e 85

HobbyCross
MX2

Amatori MX1
Hobby MX1

Amatori MX2

Esperti
MX2-MX1

Agonisti
MX2-MX1

finale

finale

finale

finale

finale

finale

Testa



Foto


Qui le foto di Piero Dalena

Inviate le VOSTRE foto (possibilmente di buona qualità) via mail



Torna alle news

Testa





questo oggetto è tratto da PDMX.it il Motocross in Puglia e non solo...
( http://www.pdmx.it/e107_plugins/content/content.php?content.298 )