5 Prova Regionale MX UISP Puglia - Miggiano (Le)

pdmx, lun 07 maggio 2012 - 13:53:00


5 Prova Regionale MX UISP Puglia
5 Maggio 2012 - Miggiano (LE)

Gara

Risultati

Foto




Motocross in notturna - Buona la prima!


la locandina

Era dai tempi delle gare di San Ferdinando (Fg) che non si vedeva una gara in notturna in Puglia. Stiamo parlando di almeno 7 anni fà ma quello era supercross e si teneva all'interno di uno stadio. Grazie all'amministrazione comunale di Miggiano ed in particolar modo del sindaco, il numeroso pubblico presente, ha potuto ammirare l'evoluzioni dei piloti all'interno di un terreno sito nella zona fieristica, a pochi passi dal centro cittadino. Paddock asfaltati (meglio del mondiale!) ed un impianto di illuminazione potenziato (sono stati aggiunti altri pali mobili alimentati da gruppi elettrogeni) dopo le prove del giovedì precedente la gara. A nostro avviso ed anche di numerosi piloti, sia la potenza che il numero di fari và aumentato. Pochi i piloti presenti, meno di 50, per l'evento ci si aspettava un numero decisamente superiore. Mensione per Strafile e specialmente Lisi che si sono spazzolati un bel pò di chilometri per raggiungere Miggiano (per chi è a digiuno di geografia e non vuole aprire google maps diciamo che siamo a circa 20 Km dalla nota Santa Maria di Leuca). Gli organizzatori: Mg Racing, Mc Tre Torri e Motocrossaddiction.com hanno fatto trovare ai piloti un bel terreno fresato e privo di pietre, insidioso dopo che è stato bagnato ma una goduria verso la fine della manifestazione. Spettacolari le gare che hanno soddisfatto gli spettatori. Sempre nell'ottica del miglioramento andrebbero ristretti i tempi, le prove sono cominciate dopo le 17 e le premiazioni sono terminate dopo l'una! Comunque tutto si è svolto regolarmente e come dal titolo diciamo buona la prima, sperando che l'evento non sia unico e che assisteremo nuovamente ad una gara di Motocross in notturna in Puglia.

Dalena Piero


MINICROSS
(65 ed 85 cc)

Sette in tutto i piccoli che hanno voluto provare il "gusto" di una gara in notturna. Fra questi due erano in sella alle piccole 65 cc. La prima manche è stata corsa con la luce naturale, alla partenza il più veloce di tutti è Elia Giaffreda (KTM 85) che precede Giulio Meraglia (KTM 85), Alessio Negro (Honda 150), Alessandro Petrelli (KTM 85), Michele Gaballo (KTM 65 - in foto), Walter Campa (TM 85) ed il più piccolo di tutti, Joele Alemanno (KTM 65). Durante il primo giro Petrelli supera sia Negro che Meraglia e si porta all'attacco di Giaffreda, Negro che ha avuto la meglio su Meraglia lo segue in terza posizione.

Dopo i primi tre segue a distanza Meraglia, poco più indietro Gaballo. Durante la seconda tornata Petrelli supera Giaffreda portandosi al comando. Nel corso del terzo giro Giaffreda si deve piegare anche a Negro che sale così in seconda posizione. Successivamente Negro commette un errore e scende in terza posizione avanti a Meraglia. Petrelli continua la sua cavalcata solitaria e taglia il traguardo con ben 20 secondi di margine su Giaffreda, altri due su Negro e 37 su Meraglia quarto. Gaballo è il migliore dei 65 con due giri di vantaggio su Alemanno.

La seconda manche parte in notturna alle 22 e 20. Giaffreda dimostra di saper partir bene conquistando anche l'holeshot della seconda manche. Alla prima curva Meraglia è secondo davanti a Campa, Negro e Petrelli (in foto). Petrelli nè ha di più ed al secondo giro è già in testa seguito da Giaffreda, Meraglia e Negro. Gaballo è quinto davanti a Campa e più distanziato Alemanno. Campa commette un errore è scende in ultima posizione ma raggiunge e supera velocemente il piccolo Alemanno. Negro raggiunge e supera Meraglia conquistrando la terza piazza.

Superata metà gara Negro passa Giaffreda conquistando la seconda posizione, Petrelli è molto lontano e finirà la manche indisturbato. Negro secondo a 18 secondi, Terzo posto per Meraglia che precede Giaffreda e Gaballo. La gara và indubbiamente a Petrelli che divide il podio con Giaffreda e Meraglia. Il gradino più alto del podio della 65 và a Gaballo che precede Alemanno.


HOBBYCROSS MX2

Nove i piloti di questa categoria. Al primo start il sole sta calando e le luci sono accese e già calde ma prevale ancora la luce naturale. Stefano De Siena (Honda - in foto) parte meglio di tutti ed affronta la prima curva seguito da Gianfranco Calella (Suzuki) che và largo ed è seguito da Andrea Bagorda (Honda), all'interno ci sono Marco Colucci (Kawasaki) e Francesco Laera (Yamaha 125). In uscita di curva c'è una caduta di gruppo che coinvolge Bagorda, Calella, Antonio Bruno (Yamaha) e Teo Trisolini Honda costretto a fermarsi per evitare di investire gli altri piloti.

De Siena è quindi seguito da Laera, Colucci ed Alessandro Piri (Honda). Situazione invariata al termine del primo giro con Trisolini quinto che precede Calella. Durante il secondo giro Trisolini raggiunge e supera Piri guadagnando la quarta posizione. Nel giro seguente Piri deve cedere anche al rimontante Bruno che si porta così in quinta posizione. Trisolini continua il suo recupero e si porta in prima in terza posizione ai danni di Colucci, poi supera sia Laera e nel tentativo di superare De Siena cade perdendo un sacco di posizioni. De Siena taglia per primo il traguardo seguito da Laera, Colucci, Piri e Calella.
Nella seconda manche partenzona di Bagorda che precede Calella, De Siena e Colucci. Colucci si infila all'interno e si porta al comando. Al secondo giro Colucci e De Siena sono vicinissimi, Piri è terzo davanti a Trisolini e Bagorda. De Siena riesce a superare Colucci e si porta in testa, Trisolini supera Piri ed è terzo alle spalle di Colucci.

Nella tornata successiva Trisolini supera anche Colucci e si mette all'inseguimento di De Siena. Laera si porta in quinta posizione davanti a Bagorda e Calella. A metà gara Trisolini soffia la prima posizione a De Siena e Calella sale in sesta posizione ai danni di Bagorda. De Siena non ci stà e supera Trisolini riprendendosi la prima posizione ma Trisolini lo ripassa e và a vincere. Ottimo terzo posto di Colucci che precede Piri e Laera.
La gara và a De Siena che divide il podio con Trisolini e Colucci (in foto il podio), quarto Laera e quinto Piri.


HOBBYCROSS MX1 + AMATORI
(MX2 e MX1)

Tre le categorie che hanno corso insieme, 5 piloti della Hobby MX1, 6 Amatori MX2 ed un solo Amatore MX1. Al via della prima manche Marco Bonfrate (Amatore MX2 Honda - in foto) è il primo a svoltare. Dietro di lui ci sono l'Hobby MX1 Ninì Carofiglio (Yamaha) e gli Amatori MX2, Vincenzo Leuzzi (Yamaha), Luca Tondi (Honda) e Lisi Vito (KTM 125). Dopo un giro Bonfrate è saldamente al comando, alle sue spalle c'è l'esperto Leuzzi, l'unico Amatore MX1 Marco Negri (Yamaha 450), Tondi e Carofiglio. Durante il secondo giro Negri soffia la seconda posizione a Leuzzi.

Nel terzo giro Nico Masciullo (Amatore MX2 - KTM ) si porta in quarta posizione davanti a Tondi e Carofiglio che è il primo della Hobby MX1. Bonfrate allunga su Negri che è tallonato da Masciullo e Leuzzi e più distante Tondi. Segue un trio di Hobby MX1, Carofiglio, Michele Loparco (Suzuki) ed Angelo Piccoli (Suzuki), Masciullo supera Negri e si porta in seconda posizione assoluta, Loparco è sesto assoluto davanti a Carofiglio e Piccoli. Nel giro successivo Carofiglio viene superato anche da Piccoli cedendo il secondo posto tra gli Hobby MX1. Nel frattempo Masciullo raggiunge Bonfrate e prova a soffiargli la prima posizione ma è costretto al ritiro (non sappiamo il motivo). Quindi la manche và a Bonfrate che non ha comandato dall'inizio, secondo Negri (1° tra gli Amatori MX1), terzo Leuzzi (2° tra gli Amatori MX2) seguito da Tondi e Loparco (1° Hobby MX1). Sesto è settimo posto assoluto per gli altri Hobby MX1, Piccoli e Carofiglio. Menzione per Vito Lisi che ha corso con un bel pò di punti di sutura al gomito sinistro (clicca qui per vedere) a causa della caduta durante le prove libere.

L'holeshot della seconda manche è di Carofiglio seguito da Negri, Tondi, Lisi e Leuzzi. Durante il primo giro Negri si porta subito al comando, Masciullo sale in terza posizione davanti a Bonfrate e Loparco (in foto). Masciullo vuole rifarsi e nel giro seguente è già secondo e punta a Negri. Lisi è quarto davanti a Leuzzi, seguono Carofiglio, Loparco e Piccoli che ripetono il duello della prima manche. I primi tre sono vicini e scaldano il pubblico. Lisi è quarto davanti a Leuzzi e Loparco che è riuscito a superare Carofilio. Nell'ultimo quarto di gara sia Bonfrate che Masciullo superano Negri.

Nicola Pelusio (Hobby MX1 - KTM 300) rallenta vistosamente per dolori alla schiena ma continua comunque la gara. Piccoli che seguiva Carofiglio riesce nel sorpasso e diventa il secondo della MX2. Masciullo supera Bonfrate e vince la manche. Terzo assoluto Negri che precede di due secondi Lisi (3° tra gli Amatori MX2), Leuzzi e gli Hobby MX1 Loparco, Piccoli e Carofiglio. Il podio di giornata vede Bonfrate sul gradino più alto degli Amatori MX2 affiancato da Leuzzi secondo e Lisi Terzo. Quarto Tondi che precede Masciullo che paga lo zero della prima manche. Michele Loparco è il primo degli Hobby MX1, seguito dal compagno di squadra Piccoli e da Carofiglio. Primo ed unico rappresentate dell'Amatori MX1 Marco Negrì che è stato comunque autore di una bella gara chiusa con un secondo e terzo posto assoluti.


ESPERTI

(MX2 e MX1)

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Tredici i piloti in gara di cui due MX1. Al primo start partono bene Pierluigi Andriani (KTM MX2) e Martino Ligorio (Kawasaki MX1), i due sono seguiti da Vincenzo Longo (Honda MX2), Domenico Lamanna (KTM MX1) e Sergio Sportelli (Honda MX2). Dopo il primo giro Andriani è sempre in testa seguito da Ligorio, Sportelli, Longo e Donato Grieco (KTM 125 MX2) in rimonta dopo una brutta partenza. Francesco Angiulli (Suzuki MX2) che era tra i candidati per la vittoria scivola ed è ultimo. Nella tornata successiva Sportelli ha la meglio su Ligorio e si piazza in seconda posizione.

Longo attacca all'interno Ligorio e lo passa ma poco dopo commette un errore che lo fà retrocedere in ultima posizione. Grieco continua la sua rimonta e sale in terza posizione dietro a Sportelli. Poco più indietro Ligorio è in battaglia con Citiso che vuole la quarta piazza e la ottiene poco dopo. Dopo metà gara Grieco raggiunge e supera anche Sportelli ed imposta come obbiettivo Andriani che guida la corsa con un pò di margine. Francesco Carlucci (Honda MX2) è salito in quinta posizione e precede Jhonny De Vitis (Kawasaki MX2) e Ligorio che è sempre il primo della MX1. Carlucci raggiunge e supera Citiso guadagnando la quarta posizione. Nel frattempo Grieco raggiunge Andriani e comincia a pressarlo finche lo stesso non cede. La manche termina quindi con Grieco primo, Andriani 2°, terzo Sportelli che precede Carlucci e Citiso. Ligorio è il primo della MX1 e Lamanna il secondo.

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Seconda manche: Ligorio parte ancora meglio della prima manche ed è primo davanti a Marco Cretì (Honda NX2), Andriani, Longo e De Vitis. Durante il primo giro Andriani supera Ligorio (in foto) e si porta al comando. Al secondo giro Cretì è terzo seguito da De Vitis e Grieco. Cretì supera Ligorio è si porta in seconda posizione davanti a Grieco ed Angiulli che hanno superato De Vitis che ora è quinto. Sia Grieco che Angiulli hanno la meglio su Cretì che scende in quarta posizione davanti a De Vitis, Ligorio e Sportelli. Andriani resiste per diversi giri agli attacchi di Grieco che non gli dà respiro.

Sportelli guadagna la quinta posizione ai danni di De Vitis e Ligorio. A due giri dal termine Andriani conduce con Grieco che lo segue come un ombra, Angiulli e terzo davanti a Sportelli che ha sopravanzato Cretì. Nel finale Grieco piazza la zampata e và a vincere seguito da Andriani, Angiulli, Sportelli e Cretì. Ligorio si conferma il migliore della MX1 davanti a Lamanna.
La gara della MX2 và meritatamente a Grieco che si conferma come l'uomo (ragazzo) da battere, secondo gradino del podio per Andriani che ha fatto un'ottima gara, Terzo il Putignanese Sportelli che precede Angiulli e L'Altamurano Carlucci. La MX1 và a Ligorio che precede il pilota di Ginosa Lamanna.


AGONISTI
(MX2 e MX1)

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Solo sette gli Agonisti in gara a Miggiano, tra questi due MX1 e cinque MX2. Il giovane (under21) Marcello Carrisi (Honda MX2) fà l'holeshot nella prima manche. Dietro di lui ci sono i due MX1, Massimo Congedo (Honda) e Vito Marseglia (Kawasaki - in foto). Seguono Stefano Di Gennato (Ktm) e Damiano Prete che rientra in gara dopo anni di pausa. Marseglia scivola e viene investito di striscio da Di Gennaro che non riesce ad evitarlo. Al secondo giro Carrisi è sempre in testa seguito da Congedo, Prete, Di Gennaro e Marco Margiotta che, come a Galatina, era sia organizzatore che pilota. Al terzo giro Di Gennaro è salito in seconda posizione davanti a Congedo che poi viene superato dal rimontante Marseglia, Leo Colucci (Honda) è salito in sesta posizione davanti a Prete. Di Gennaro riesce a superare Carrisi e si porta al comando della corsa. Carrisi viene superato anche da Marseglia che si mette alla caccia di Di Gennaro e lo passa rapidamente. A Metà gara Marseglia và come un treno, Di Gennaro è secondo davanti a Carrisi, Margiotta, Congedo e Prete. Marseglia vince la manche con ben sedici secondi di vantaggio su Di Gennaro (1° MX2) e 22 su Margiotta (2° MX2) che precede Carrisi (3° MX2) di un secondo. Ultimo ma secondo della MX1 Massimo congedo che ha perso tre giri a causa di una

caduta. Sempre a causa della stessa caduta Massimo non ha partecipato alla seconda manche.

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Nella seconda manche Marseglia parte in testa seguito da Carrisi, Di Gennaro (in foto), Margiotta, Prete e Colucci. Al secondo giro Marseglia è saldamente al comando seguito da Di Gennaro che ha superato Carrisi. Durante il giro Carrisi deve cedere la posizione anche a Margiotta che guadagna così la terza piazza. Le posizioni rimangono invariate e definite sino a tre giri dal termine quando Marseglia atterra di traverso sul salto che precede l'arrivo e cade rovinosamente (probabilmente a causa di un pettine/dente sulla rampa. Sullo stesso salto Prete pesca dal mazzo un jolly che gli evita una brutta caduta).

Vito (Marseglia ndr) è costretto al ritiro e si fà medicare lo stesso braccio che aveva consumato in una precedente caduta. La manche và a Di Gennaro che precede Margiotta, Carrisi, Prete e Colucci.
Di Gennaro sale sul gradino più alto del podio della MX2. Podio completato da Margiotta (2°) e Carrisi (3). Il Podio della MX1 vede Marseglia primo e Congedo comunque secondo.


Inviate il VOSTRO Commento via mail o tramite messaggio in facebook..

Testa


Classifiche di giornata
(pdf)

Minicross
65 e 85

HobbyCross
MX2

Amatori MX2-MX1
Hobby MX1

Esperti
MX2-MX1

Agonisti
MX2-MX1

manche1

manche1

manche1

manche1

manche1

manche2

manche2

manche2

manche2

manche2

finale

finale

finale

finale

finale

Testa



Foto


Qui le foto di Piero Dalena

(Perdonate la qualità di alcune foto fatte in notturna ma l'inesperienza e l'illuminazione non ottimale per far le foto, ci hanno messo in seria difficoltà)

Inviate le VOSTRE foto (possibilmente di buona qualità) via mail



Torna alle news

Testa





questo oggetto è tratto da PDMX.it il Motocross in Puglia e non solo...
( http://www.pdmx.it/e107_plugins/content/content.php?content.295 )