3^ Prv MX UISP Puglia e Basilicata - Matera 18/03/12

pdmx, lun 19 marzo 2012 - 14:05:00


3^ Prova Regionale MX UISP Puglia
3^ Prova Regionale MX UISP Basilicata
18 Marzo 2012 - Galatina (Le)

Gara

parola ai piloti

Risultati

Foto



Fango e bandiere rosse


la locandina

Chi vi scrive ha dovuto lasciare il crossodromo Red Wine Park alle 13.30 e per questo motivo non ci sarà il "solito" commento di gara ma al massimo la cronaca delle sole manche visionate. Se volete, non c'è bisogno di ricordarlo ogni volta, potete inviare il vostro commento e lo stesso sarà pubblicato sul sito. Come?, basta inviare una mail, un messaggio privato sul mio profilo di facebook o semplicemente (se siete iscritti al sito) inserire il commento nell'apposito spazio che trovate a fondo pagina. Veniamo al titolo, fango a volontà su un tracciato non fresato (sembra non sia possibile farlo), bagnato abbondantemente, forse troppo in alcuni punti e totalmente secco in altri. Questa situazione è una delle più pericolose, infatti è meglio un terreno tutto secco o uno tutto bagnato. Perchè ? Perchè sul duro si prende velocità e si arriva nei punti fangosi a velocità alte oppure perché si passa dal grip del "pongo" (quando il terreno si comincia ad asciugare) alla perdita d'aderenza improvvisa tipica del terreno secco. Vuoi per la foga della gara, vuoi per quanto descritto prima, ma in gara ci sono state diverse cadute pesanti; in quella più brutta Alessandro Lapenna ha perso il posteriore su un tratto veloce ed è stato incolpevolmente centrato dal pilota che lo seguiva. Il risultato del forte impatto gli ha procurato la frattura scomposta di ulna e radio ed un intervento chirurgico per il riallineamento delle ossa rotte. Impressionante vedere il casco bucato e spaccato in più punti che comunque (e fortunatamente) ha fatto il suo dovere, cioè assorbire la forza d'urto e proteggere la testa. Facciamo i migliori auguri ad Alessandro nella speranza di rivederlo presto in pista.
Vista la volontà all'ottimizzazione ed al miglioramento mostrata dal team del Russo Sport (vedì p.e. sistemazione del paddock su due livelli), siamo sicuri che l'irrigazione del circuito sarà migliorata e la quantità d'acqua fornita al terreno sarà costante e non eccessiva già dal prossimo appuntamento. C'è chi propone una chiusura seria delle iscrizioni (chi c'è c'è chi non c'è impara per la prossima volta) e tempi più rapidi che consentano anche una breve pausa che serva a far rilassare il personale di servizio ed a dare una bagnatina ulteriore al terreno.
Abbastanza alto il numero di piloti iscritti, per la precisione novantacinque, che hanno goduto di una giornata primaverile e con temperature ideali per la pratica del motocross. Purtroppo niente transponder e comunicazione difficile tra gli addetti ai lavori (leggi non tutti dotati di radio) dal direttore di gara agli ufficiali di percorso.
Come già visto nelle precedenti prove sono state accorpate le classi Hobby ed Amatori MX1, la Esperti MX2 ed MX1 e L'Agonisti MX2 ed MX1.
Una doverosa tirata d'orecchie và fatta a tutti i piloti che non hanno rispettato la bandiera rossa (esposta per due volte sino alle 13.30).

Dalena Piero

I COMMENTI DEI PILOTI

Vito Marseglia (1° Agonisti MX1): "Nelle prove libere la pista si presentava a tratti molto fangosa e ad altri asciutta, quasi asfalto, quindi senza grip in entrambe i casi! Nella prima manche ero molto tranquillo già prima di posizionarmi dietro al cancelletto, infatti alla partenza sono partito in terza posizione a ruota di Di Bello e Di Bari! Mi avvicinavo a loro notevolmente ed al secondo giro ho subito sferrato l'attacco a di Bari portandomi in seconda posizione, subito dopo ho passato anche Di Bello, ero incredulo del mio passo tanto e che dopo qualche giro, mi sono iniziato ad accorgere che non avevo piu Di Bello dietro e che stavo allungando il GAP su di Bari, ero tranquillo, guidavo pulitissimo, facevo buone traiettorie, tant'è che a 3 giri dalla fine il mio meccanico mi segnalava che potevo rallentare il passo poiché avevo abbastanza vantaggio sul secondo. Nella seconda manche, alla seconda curva, mi trovavo in quarta posizione quando mi sono urtato con Sforza cadendo bruscamente a terra. Rialzatomi ho iniziato una rocambolesca rimonta però poi fermata da un altra scivolata sulla stessa curva! Non mi sono comunque arreso ed ho ripreso la rimonta finendo sesto assoluto e terzo di categoria ! A fine giornata ho vinto comunque con 52 punti totali!"
 

Ivan Di Bello (5° Agonisti MX1): "Una giornata molto travagliata..!!! Nella 1a manches foro nel giro di ricognizione, parto secondo, a metà giro passo in prima posizione ma già alla fine del primo giro, dopo due "jolly esagerati" su alcune rampe, mollo il ritmo tentando di portare soltando a termine la manches. Ma alla fine del 2° giro , decido di ritirarmi , troppo rischioso ed inutile continuare in quelle condizioni. Seconda manches, parto sempre in seconda posizione, riesco a sopravanzare Di Bari , prendo qualche metro, ma dopo 1/2 giri ci si mette il freno posteriore a fare i capricci "abbandonandomi" a piu riprese per l'intera manches. All inizio, "avvilito dall ennesimo inchippo", stavo quasi gettando la spugna ma poi, dopo il sorpasso di Di Bari, mosso forse anche da uno scatto d'orgoglio deciso di continuare per quanto mi era possibile. Cercato di prendere il ritmo , ripreso la posizione , preso qualche metro di vantaggio e gestito la manches cercando di non commettere errori, anche se non commettere errori su di una moto sulla quale il freno posteriore ora c'è tra 30 sec. non si sà , non è proprio semplice.!!! Ma va beh, spero solo che la mia dose di "iella" si sia esaurita a domenica.!! Comunque fortuna ci hanno pensato i ragazzi della scuola a risollevarmi il morale con due primi posti di Teo Trisolini (Hobby mx2) e Giuseppe Sasso (Hobby Mx1) due secondi posti di Michele Gaballo (Mini 65) e Leo D'amicis (Hobby Mx2) due terzi posti di Loris Carlucci (Mini 65) e Pierpaolo Derario (Mini 85) e due quinti di Marco Masiello (Esperti Mx2) e Gianluca De Giorgi (Esperto Mx1) e un ottavo e un dodicesimo posto, anche se un po amari visti i potenziali, di Marco Cretì e Giuseppe Criscuoli.!! Bravissimi..!"
 

Donato Grieco (1° Esperti MX2): "Ciao, allora nella prima manche sono partito secondo, ho conquistato la prima posizione poco dopo ed ho cominciato a prendere vantaggio. Prendo il mio distacco e mantengo la posizione sino a fine gara. Nella seconda invece, parto davanti a tutti come uno scatenato. Come nella prima manche incomincio a prendere il mio margine di vantaggio e vado a vincere anche la seconda manche. Cordiali saluti"
 

Vito Pietrafesa (2° Esperti MX1): "Nella prima manche in partenza ero sesto a causa delle condizioni del terreno che non permetteva di capire bene le traiettorie da seguire, ma dopo alcuni giri e dopo aver preso confidenza con il terreno ho passato due piloti ovvero il numero 333 e il numero 268 raggiungendo così la quarta posizione generale ma la terza posizione della mia categoria. Non nascondo che ero sfinito perchè le condizioni del terreno non permettevano di fare meglio. Nella seconda manche in partenza ero terzo ed eravamo tutti lì a pochi centimetri di distanza l'uno dall'altro. Dopo alcuni giri Grieco, Coppola ed io ci siamo distaccati dagli altri e la gara si e' conclusa mantenendo queste posizioni, ovvero ho raggiunto la terza posizione generale ma la seconda posizione della mia categoria."
 

Stefano Miola (8° HobbyMX2): "Credo che tutto sommato sia stata una bella giornata di sport ma come al solito, sul crossodromo di Matera sorge sempre qualche problema. Il terreno come già detto e scritto era completamente allagato in certi punti e completamente asciutto in altri, purtroppo questa situazione penalizza i piloti in generale ma sopratutto i piloti meno esperti. Altro punto critico della giornata è stata la lunga attesa per poter iniziare le manche, non è possibile fare le prove libere alle 10 e 30 e poi fare la prima manche alle ore 14.15 non credete? Ora credo che basti con le critiche e penso che sia anche giusto ringraziare tutti coloro che hanno collaborato a far si che si svolgesse la manifestazione. Un in bocca al lupo a tutti quei piloti che sono caduti e un augurio per la loro guarigione..."


MINICROSS
(65 ed 85 cc)

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria










Clicca sulle anteprime per vedere le foto di questa categoria (in foto il foggiano Carlo Armillotta ed il tarantino Giulio Guarini rispettivamente vincitori della 85 e 65 cc).


HOBBYCROSS MX2

Clicca qui per vedere le foto di questa categoriaClicca sull'anteprima per vedere le foto di questa categoria. In foto Teo Trisolini (Honda) che con la doppietta di Matera si è portato in testa alla classifica di campionato.


HOBBYCROSS ed AMATORI MX1

Clicca qui per vedere le foto di questa categoriaCome al solito i piloti di queste due categorie hanno corso insieme ma con classifiche separate. Oltre agli 11 hobby ed ai 7 amatori c'era anche Giuseppe Lamarra, unico pilota in sella ad una moto d'epoca. Faremo il commento della sola prima manche sino al momento in cui la gara è stata interrotta per la caduta del materano Raffaele Rubino. Commento comunque "inutile" poichè la manche è stata annullata in quanto i piloti non avevano compiuto almeno il 75% della corsa. A causa dei tempi ridotti non è stato possibile recuperare la manche e la classifica che trovate più in basso è quella relativa all'unica manche terminata regolarmente che è la seconda. Al via della prima manche l'Hobby Ninì (non chiamatelo Gaetano ) Carofiglio è in testa ma sarà subito superato dagli amatori Giuseppe Cirigliano (Suzuki) e Giuseppe Di Taranto (Ktm - in foto) e l'hobby Giuseppe Sasso (Suzuki - nell'altra foto). Quinto è l'altro Cirigliano, Michele (amatore Honda) che precede L'hobby Andrea Zingariello (Yamaha). Ultimo e con notevole svantaggio Rubino che ha perso parecchio tempo per riaccendere la moto. Nel secondo giro i due Giuseppe, Cirigliano e Di Taranto hanno preso un pò di vantaggio sull'altro Giuseppe Sasso che è seguito da Cirigliano M. che ha sopravanzato Carofiglio. Clicca qui per vedere le foto di questa categoria
Segue il leader di campionato dell'amatori Marco Negri (Yamaha), l'hobby Zingariello e l'amatore Mimmo Lopedote su CR 250 due tempi. Rubino riesce a raggiungere il gruppo e recupera diverse posizioni. Nel giro successivo Cirigliano perde l'anteriore, scivola e Di Taranto ne approfitta. Cirigliano si alza a tempo di record e riesce a rimanere avanti al fratello che nel frattempo ha superato Sasso; Negri è subito dietro e precede Carofiglio e Lopedote. Rubino continua la sua rimonta ed è 11° ma atterra male da un salto, rimbalza cade e rimane al centro della pista. Inizialmente rimane immobile è fà preoccupare tutti, il direttore di gara espone la bandiera rossa ed arrivano i soccorsi. Raffaele è perfettamente cosciente e dice ai soccorittori che è solo il dolore relativo alla botta, meglio così. Nella seconda manche prenderà regolarmente il via e chiuderà in seconda posizione alle spalle di Sasso e davanti a Ciaglia. Il podio della amatori è composto da Di Taranto, Cirigliano Giuseppe e Michele.


AMATORI MX2

Clicca qui per vedere le foto di questa categoriaDiciotto i piloti iscritti in questa categoria che si sono dati battaglia sul crossodromo Red Wine Park. Purtroppo durante la prima manche, dopo i primi giri c'è stata la caduta di Alessandro Lapenna di cui vi abbiamo parlato sopra. Quindi come per gli Hobby ed Amatori MX1 il commento che state per leggere riguarda i soli giri visionati da chi vi scrive. Al via della prima manche il più lesto di tutti è Giovanni Porfido (Honda) seguito da Michele Mazzone (KTM), Mario Picariello (Honda), Giuseppe Criscuoli (Ktm) e Marco Bonfrate (Honda). Dopo poche curve al comando passa Mazzone seguito da i due Picariello (in foto), Mario ed Andrea, Vito Lisi (Ktm 125) e Criscuoli. Nel secondo giro Lapenna perde il posteriore in un tratto veloce e viene incolpevolmente investito dal pilota che lo seguiva. Entrano in funzione i soccorsi ma la mancanza della radio fà si che al direttore di gara la notizia arrivi in ritardo. Nel Frattempo Mazzone era al comando seguito da Andrea Picariello e poi Mario, Lisi e Patrizio Schiavone (Yamaha 125). Tutti gli sbandieratori sfoggiano le loro bandiere gialle ma i piloti continuano la corsa (e si superano anche) per un altro giro finchè finalmente non si fermano per l'esposizione della bandiera rossa. Quindi, con la prima manche annullata, la sola valida per la classifica è la seconda che vede trionfatore Andrea Picariello, secondo Bonfrate e terzo Lisi. Quarta e quinta posizione per Schiavone e Mazzone.



ESPERTI

(MX2 e MX1)

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Come per gli amatori, in queste due manche i piloti scesi in pista erano 18, di cui 6 in sella alle potenti MX1. Alla prima curva Martino Coppola (Yamaha MX1) è al comando seguito da Donato Grieco (Ktm 125), Domenico Lamanna (KTM MX1), Francesco Angiulli (Suzkuzi MX2) e Nicola Albenzio (Kawasaki MX1). Angiulli ed Albenzio si toccano alla seconda curva ed Angiulli cade nel fango, Vito Pietrafesa (Honda MX1) e Sergio Sportelli (Honda MX2) riescono fortunatamente ad evitarlo, Francesco quindi si rialza ultimo e comincia la sua rimonta. A metà giro Coppola è sempre in testa seguito da Grieco, Lamanna, Davide Citiso (Yamaha MX2) e Pierluigi Andriani (Ktm MX2). Nel secondo giro Grieco affianca e supera Coppola portandosi al comando della gara. Nel giro seguente Citiso cede agli attacchi di Andriani che guadagna la quarta posizione (2° della MX2). Alle sue spalle ci sono gli MX1 Pietrafesa e Carmelo Colangelo (Honda) che lo pressano. Davide (Citiso ndr) riesce a tenere dietro Pietrafesa per diversi giri ma poi cede e si fà passare. Colangelo ci prova ma non riesce a superare Citiso che resiste e riesce anche a guadagnare qualche metro ma Colange ritorna e riesce a sopravanzarlo. Nel frattempo Pietrafesa raggiunge e supera Andriani guadagnando la quarta posizione assoluta. La manche termina quindi con Grieco primo assoluto e chiaramente della MX2, seguito a notevole distanza da Coppola, Lamanna e Pietrafesa (rispettivamente 1°, 2° e 3° della MX1). Quinto assoluto ma secondo della MX2 Andriani, seguito da Colangelo (4° MX1), e da Citiso (3° della MX2) e Francesco Carlucci (Honda MX2) autore di una bella rimonta.


Clicca qui per vedere le foto di questa categoriaNella seconda manche Grieco si ripete e fà sua la gara con l'ennesima doppietta di stagione. Sul podio, insieme a lui ci saranno, Carlucci (2° nella seconda manche) e Citiso (4° nella seconda manche). Quarto di giornata Max Serafino (Yamaha 125) che ha chiuso la seconda manche in quinta posizione. Mensione per Sergio Sportelli che dopo l'ultimo posto della prima manche s'è rifatto nella seconda con un bel terzo posto di classe. Andriani non è partito nella seconda manche per seguire l'amico, Alessandro Lapenna, in ospedale..
Nella MX1 Coppola vince con due primi di categoria, secondo gradino del podio per Pietrafesa che supera Lamanna per il miglior risultato ottenuto nella manche conclusiva (i due hanno chiuso a pari punti). Quarto Albenzio e quinto De Giorgi. Colangelo non ha preso punti nella seconda manche poichè cadendo ha preso una botta alla caviglia.


AGONISTI
(MX2 e MX1)

Clicca qui per vedere le foto di questa categoriaIvan Di Bello (KTM MX1) è il primo dei 14 piloti in gara (9 MX2 e 5 MX1) a raggiungere la prima curva. Dietro di lui ci sono Daniele Di Bari (Honda MX2), Vito Marseglia (Kawasaki MX1 - in foto), Corrado Sallicati (Honda MX1) e Stefano Di Gennaro (KTM MX2). A metà giro i primi tre sono ancora vicinissimi, poco più indietro Sallicati, Di Gennaro e Mario Buongiorno (Honda MX2). Di Bello fora la ruota anteriore poco dopo e viene superato sia da Di Bari che da Marseglia. Marseglia supera Di Bari e sembra poter allungare. Di Gennaro supera Sallicati e si porta in terza posizione assoluta davanti a Sallicati ed a Di Bello. Di Bello dopo aver preso altri rischi nel tentativo di continuare la gara, si ferma e malvolentieri si ritira. Buongiorno gira quasi sulle ruote di Sallicati e si porta in quarta posizione assoluta. Gianpaolo Lucaselli (Honda MX2) supera Leo Colucci (Honda MX2) e gli soffia la sesta posizione assoluta. Passano i giri e Marseglia allunga il distacco su Di Bari che deve vedersela con Di Gennaro e con Buongiorno che ha colmato il divario che lo separava dai due. Dopo altri due giri Buongiorno supera Di Gennaro ed attacca Di Bari che gli chiude la porta e riesce a mantere la posizione. la manche và quindi meritatamente a Marseglia (primo della MX1), secondo posto per Di Bari (1° della MX2) seguito da Buongiorno e Di Gennaro (rispettivamente 2° e 3° della MX2). Quarto e quinto posto assoluto per gli MX1 Sallicati e Lucaselli.
Clicca qui per vedere le foto di questa categoriaDi Bari (in foto) conquista il primo posto della MX2 sempre davanti a Buongiorno e Di Gennaro. Chiaramente i tre occupano le stesse posizioni sul podio di fine giornata. Quarto posto finale per Lucaselli che precede Carrisi (4° nella seconda manche).
La seconda manche della MX1 và a Di Bello che vince davanti a Sallicati, Marseglia, Lapenna e Sforza. Il podio finale della MX1 vede Marseglia trionfatore davanti a Sallicati e Fabio Lapenna.


Inviate il VOSTRO Commento via mail o tramite messaggio in facebook..

Testa


Classifiche di giornata
(I risultati della prima manche degli HobbyMX1 e degli Amatori, sono stati annullati poiché nel momento in cui è stata esposta la bandiera rossa i piloti non avevano effettuato almeno il 75% della gara. Le rispettive manche non sono state recuperate per l'impossibilità di far ripetere le stesse)

Minicross

Hobby ed Epoca

Amatori

Esperti

Agonisti

in arrivo

2a Manche MX2

2a Manche MX2

FINALE 65

Finale in arrivo

FINALE MX2

FINALE MX2

2a Manche MX1 (finale)

2a Manche MX1

FINALE 85

FINALE MX1

FINALE MX1

2a Manche Epoca

Testa



Foto


Qui le foto di Piero Dalena

Inviate le VOSTRE foto (possibilmente di buona qualità) via mail



Torna alle news

Testa





questo oggetto è tratto da PDMX.it il Motocross in Puglia e non solo...
( http://www.pdmx.it/e107_plugins/content/content.php?content.287 )