2^ Prv MX UISP Puglia e Basilicata - Galatina (Le)
04/03/12
pdmx, lun 05 marzo 2012 - 12:33:00


2^ Prova Regionale MX UISP Puglia
2^ Prova Regionale MX UISP Basilicata
4 Marzo 2012 - Galatina (Le)

Gara

Risultati

Foto



Spettacolo in aria e non solo!


la locandina

L'ultima volta che siamo venuti a Galatina risale a ben quattro anni fà ma lo spirito e la voglia di fare degli organizzatori non è cambiata. Abbiamo trovato una pista con notevoli differenze, l'andamento del tracciato è stato modificato in diversi punti con l'intento di rendere la pista più veloce e divertente ed a sentire i piloti, l'obbiettivo è stato raggiunto. Il terreno è stato preparato come si deve e si è presentato bagnato al punto giusto, rimanendo umido per tutta la giornata. In qualche punto si sono creati canali che hanno fatto selezione ed in qualche altro, durante le seconde manche, il terreno s'è seccato creando un pò di polvere. Una giornata mite e con temperatura massima intorno ai 17 gradi, ha accolto i 69 piloti iscritti. Se consideriamo la distanza del crossodromo F. Cersari dal nord della Puglia e dalla Basilicata, il risultato è positivo, anche se il ricco montepremi di fine anno avrebbe potuto attirare qualche pilota in più. Come promesso c'era la FICR di Lecce che ha procurato i transponder e redatto le classifiche. Visto il servizio, sia i piloti che chi vi scrive, si aspettava le prove cronometrate per la posizione al cancello ed una bella Lap Chart da aggiungere alla classifiche. La proposta l'abbiamo fatta e speriamo sia soddisfatta. C'era anche il team di commissari di percorso / addetti al primo soccorso che sarà fisso per tutte le prove pugliesi. Apprezziamo il lavoro svolto e la professionalità (comunicazioni radio in tempo reale e precise) ma anche qui si può migliorare, p.e. non sbandierando a vuoto (è inutile se il pericolo si trova in tutt'altra zona della pista) o facendolo con la bandiera aperta, la stessa avvolta sul bastone, non ha affatto la stessa visibilità. Ora passiamo alla cronaca delle gare che come avete letto nel titolo sono state spettacolari sia per le evoluzioni in aria dei piloti che per l'agonismo e le belle lotte viste.

Dalena Piero


MINICROSS
(65 ed 85 cc)

Sei i piloti che hanno preso parte alla gara di cui tre in sella alle 65cc e tre sulle 85. Vista l'iscrizione GRATUITA (solo per le gare Uisp pugliesi) ci si aspettava e si sperava in un numero di iscritti maggiore. Al primo start Pierpaolo Derario (Ktm 85) apre troppo il gas e si cappotta appena fuori dal cancelletto. Holeshot di Giulio Guarini (Ktm 65) seguito da Michele Gaballo (Ktm 65 in foto), Matteo Stifani (Yamaha 85), Joele Alemanno (Ktm 65) e Walter Campa (TM 85). Derario riparte e comincia la sua non facile rimonta. A metà giro Campa è terzo dietro i due piloti della 65 Guarini e Gaballo. Nella tornata successiva Derario raggiunge e supera il piccolo Alemanno ed il duo di testa prende vantaggio su Campa. Bella lotta tra Guarini e Gaballo che non si risparmiano e guadagnano ancora metri sul terzo Campa; Derario recupera un altra posizione superando il diretto concorrente Stifani. Manche a Guarini, primo della 65, seguito da Gaballo (65) e Campa (primo dell'85), quarto ma secondo della 85, Derario che precede Stifani (85) e Alemanno (65).
Clicca qui per vedere le foto di questa categoriaNella seconda manche Derario è in testa seguito da Guarini ma i due si toccano subito dopo la prima curva e vanno a terra entrambi. Sul primo salto passa per primo Campa (in foto), poi Stifani, Alemanno e Gaballo. Guarini si rialza e riprende la corsa mentre Derario che nello scontro ha rotto la leva della frizione, aspetta il padre che arriva per aiutarlo. Durante il primo giro Gaballo sale sino alla seconda posizione e si mette alla caccia di Campa, Guarini recupera, si libera di Alemanno ed è quarto alle spalle di Stifani. Al secondo giro Campa è sempre in testa seguito da Gaballo e da Guarini che nel frattempo si è sbarazzato di Stifani. Derario riesce a ripartire a spinta e continua la gara anche se senza frizione. Guarini raggiunge Gaballo e per la fretta di superarlo entra di traverso in un canale e cade rovinosamente; Giulio viene subito soccorso e visitato dal Medico. Campa è "vittima" degli stessi canali e mentre cerca di far ripartire la moto lascia via libera a Gaballo che và a vincere la manche.
Gara della 65 a Gaballo, secondo ma assente Guarini e terzo Alemanno. Il podio della 85 vede Campa trionfatore davanti a Stifani e Derario che hanno chiuso a pari punti. Il secondo gradino del podio è andato a Stifani per il miglior punteggio conseguito nella seconda manche.


HOBBYCROSS MX2

Clicca qui per vedere le foto di questa categoriaDiciasette i piloti schierati al cancelletto di questa categoria, qualche superstizioso non sarebbe partito ma, a parte qualche "normale" caduta, queste due manche sono state spettacolari e combattute. Al primo start Stefano De Siena (Honda in foto) fà l'holeshot, alle sue spalle Francesco Solimando (Honda), Alberto Pellè (Kawasaki), Leonardo D'Amicis (Yamaha), Francesco Laera (Yamaha 125) e tutto il resto del gruppo. A metà giro, Mariano Troccoli (Honda) è quinto alle spalle di D'Amicis. Dopo due giri De Siena e Solimando conducono la gara, seguiti da vicino da D'Amicis, Troccoli e Pellè sceso al quinto posto, sesto Alessandro Piri su Honda. Nel quarto giro D'Amicis sopravanza Solimando e punta a De Siena. Quarto è Pellè seguito da Piri e Troccoli. Durante lo stesso giro D'Amicis supera De Siena e si porta al comando della corsa. Poco più indietro seguono Solimando, Pellè e Piri che sono vicinissimi ed in piena bagarre. Piri supera Pellè e guadagna la quarta piazza. Lo stesso, nel giro seguente, supera anche Solimando e sale in terza posizione. Sesto sempre Troccoli che viene avvicinato dal rimontante Teo Trisolini (Honda) che lo supererà dopo due giri. Laera primo pilota in sella alle due tempi guadagna la settima piazza superando Troccoli. Manche a D'Amicis seguito dai piloti dell'MG Racing De Siena e Piri, quarto Pellè e quinto Solimando.
Al secondo via, Pellè fa una partenzona e sulla prima curva ha già qualche metro su Laera, Trisolini, De Siena e D'Amicis. Marco Mancarella (Yamaha) forse toccatosi con un altro pilota, sempre alla prima curva, cade ed atterra alla superman fuori pista; fortunatamente riprende la gara senza problemi. Dal primo salto spuntano Pellè, Laera, De Siena, Trisolini e poi Troccoli, Piri, Valerio Maraglino (Yamaha 125) e D'Amicis. Sulla rampa dello stesso salto cade Francesco Anastasia (Suzuki 125) che si ritira per la rottura del braccialetto della frizione. Nella curva che precede il salto MotocrossAddiction De Siena è al comando pressato da Pellè, poco più indietro Piri, Laera Troccoli e Trisolini in lotta tra di loro. Nel giro successivo De Siena prende un pò di vantaggio su Pellè tallonato da Piri, quarto Trisolini che precede Laera e Troccoli. Al sesto giro De Siena è saldamente al comando, posizione consolidata anche per Pellè e più indietro lotta per il terzo posto tra Piri e Trisolini. Passa un altro giro e Trisolini sale al terzo posto davanti a Piri, Laera e Solimando. Nel giro seguente De Siena commette un errore e viene raggiunto e superato da Pellè che si porta provvisoriamente in testa. Provvisoriamente perché viene superato poco dopo da De Siena che ritorna al comando. Pellè sbaglia e cede la seconda posizione a Trisolini. Manche quindi a De Siena, seguito da Trisolini, Piri, Pellè e Solimando che sul finale sopravanza Laera.
Prime due posizioni della gara ai piloti del team organizzatore (MG Racing) e precisamente a De Siena e Piri. Terzo gradino del podio per D'Amicis che dopo la vittoria della prima manche si deve accontentare dell'ottavo posto guadagnato nella seconda. Quarto a soli due Punti Trisolini e quinto il costante (due volte quarto) Pellè.


HOBBYCROSS ed AMATORI MX1

Clicca qui per vedere le foto di questa categoriaNove i piloti scesi in pista in queste due categorie di cui cinque Hobby. Scende il cancelletto della prima manche e gli hobby Ninì Carofiglio (Yamaha) e Michele Loparco (Suzuki) rimangono bloccati al cancelletto. L'hobby Giuseppe Sasso (Suzuki) è primo alla prima curva seguito dall'amatore Michele Cirigliano (Honda), l'hobby Nicola Pelusio (KTM 2502T) e dagli amatori Giuseppe Cirigliano (Suzuki) e Mimmo Lopedote (Honda 250 2T). Alla seconda curva Sasso và largo e Cirigliano M. lo infila. A metà giro conduce Cirigliano, seguito da Sasso, Cirigliano G., l'amatore Marco Negri (Yamaha in foto), Pelusio e l'altro duetempista Lopedote. Al quarto giro Cirigliano G. supera Sasso e si porta alle spalle del fratello. I primi quattro sono vicinissimi e tutto può accadere. Nello stesso giro Sasso viene superato anche da Negri che sale così in terza posizione. Nel giro successivo al comando passa Cirigliano G. seguito da Negri, Cirigliano M. e Sasso. Più indietro continua la battaglia tra Pelusio e Lopedote. Passano altri due giri ed i primi due prendono un pò di vantaggio sul terzo; Lopedote guadagna la quinta piazza e Loparco ha quasi raggiunto il diretto concorrente Rocco Logiodice (Yamaha). Altri due giri e Negri passa a condurre davanti ai fratelli Cirigliano, Sasso e Lopedote. Loparco supera sia Logiodice che Pelusio e punta Lopedote. Carofiglio continua la sua rimonta e sale in settima posizione davanti a Pelusio. Negri và a vincere la prima manche seguito da Cirigliano Giuseppe e Cirigliano Michele che completano il podio della amatori. Poi arriva Sasso (primo della Hobby), l'amatore Lopedote che ha resistito a Loparco (2° della Hobby) e Carofiglio che chiude il podio degli hobby.
Clicca qui per vedere le foto di questa categoriaL'holeshot della seconda manche è di Cirigliano G. seguito dal fratello, da Sasso, Carofiglio e Negri. Negri che nonostante la botta al ginocchio rimediata nella prima manche riesce a superare sia Carofiglio (nel 1° giro) che Sasso (nel 2°). Al terzo Giro Cirigliano G. è sempre al comando ma deve vedersela con Negri che ha guadagnato la seconda posizione ai Danni di Cirigliano M. Cirigliano G. fà spegnere la moto in uscita di una curva, lasciando via libera a Negri, al fratello Cirigliano M. ed a Sasso (in foto) che lo superano prima che riesca ad accendere la moto. Negri guadagna alcuni secondi sugli inseguitori e guida in scioltezza nonostante il dolore; Cirigliano G. supera Sasso e prova ad agguantare il fratello. Più indietro comincia la battaglia tra Sasso e Corofiglio per la prima posizione degli hobby. Sul finire di gara Sasso cede a Carofiglio e la manche termina. Primo ancora Negri, stavolta seguito da Michele Cirigliano e Giuseppe Cirigliano. Quarto assoluto ma primo della Hobby Carofiglio che ha preceduto Sasso e Lopedote.
Gara della hobby a Sasso che divide il podio con Carogilio e Loparco. Negri con questa doppietta consolida la prima posizione in campionato, secondo e terzo posto per Michele e Giuseppe Cirigliano che hanno chiuso la gara a pari punti.


AMATORI MX2

Clicca qui per vedere le foto di questa categoriaPatrizio Schiavone (Yamaha 125) è il primo dei dodici partenti ad arrivare alla prima curva. Dopo di lui Nico Masciullo (KTM 125), Vincenzo Leuzzi (Yamaha) e Marco Bonfrate (Honda). A tre quarti del primo giro Masciullo è in testa seguito da Schiavone, Vito Lisi (Ktm 125 in foto), Leuzzi e Bonfrate. Nel quarto giro Lisi riesce a superare Schiavone porandosi in seconda posizione. Nello stesso giro Bonfrate supera Leuzzi e sale in quarta posizione. Nel giro seguente Lisi si porta al comando seguito da Masciullo e Schiavone che gli sono comunque incollati. A diversi metri di distanza c'è Bonfrate sempre seguito ma a distanza, da Leuzzi che deve cominciare a guardarsi le spalle da Nico Giangregorio (Ktm 125). La bellissima battaglia (tutta a due tempi) per la testa continua senza esclusione di colpi sino alla fine della gara ma le posizioni di testa rimangono invariate.
Nella seconda manche è Giangregorio a fare l'holeshot, dietro di lui ci sono Lisi, Masciullo, Bonfrate e Schiavone. Al secondo salto Lisi è già in testa seguito da Bonfrate, Giangregorio è sceso in terza posizione e deve vedersela con gli agguerriti Masciullo e Schiavone. Al terzo giro Bonfrate sferra l'attacco a Lisi e lo supera. Nico Giangregorio rallenta vistosamente, scende in quinta posizione e poi si ritira per problemi alla moto lasciando la posizione a Leuzzi. Bonfrate guadagna diversi metri su Lisi, seguito a distanza da Schiavone e Masciullo in piena lotta per la conquista della terza piazza. Segue Liuzzi cha ha alle sue spalle Luca Tondi (Honda) e Francesco De Chirico (Ktm 125). Dopo metà gara Lisi agguanta Bonfrate e l'attacca. Assistiamo quindi a tre bei duelli, rispettivamente per la prima posizione tra Bonfrate e Lisi, per la terza tra Masciullo e Schiavone e per la sesta tra Tondi e De Chirico. Quando mancano solo due giri Bonfrate ha un pò di respiro ma è ancora lotta piena tra Masciullo e Schiavone e tra Leuzzi, Tondi e De Chirico per la quinta posizione. Lo spettacolo non manca ma le posizioni rimangono invariate e la manche giunge al termine con Bonfrate vincitore.
La gara và a Lisi che chiude con un primo ed un secondo posto di manche, secondo Bonfrate e terzo Masciullo. Schiavone e Leuzzi sono quarto e quinto di giornata.



ESPERTI

(MX2 e MX1)

Clicca qui per vedere le foto di questa categoria

Undici i piloti di queste due manche di cui solamente due in sella alle 450/350. Al primo via Donato Grieco (KTM 125 in foto) è già al comando davanti a Vincenzo Longo (Honda MX2), Domenico Lamanna (KTM 350 MX1) e Martino Ligorio (Yamaha MX1). Dopo solo due curve la situazione di testa, fatta eccezione per Grieco e Longo, cambia, in terza posizione è Lorenzo De Crescenzo (Yamaha 125) seguito da Francesco Angiulli (Suzuki MX2), Pierluigi Andriani (KTM MX2), Jhonny De Vitis (Kawasaki MX2), Ligorio e tutto il resto del gruppo. A Metà giro Grieco ha già un tranquillo vantaggio su Longo che invece è pressato da Andriani, Angiulli, De Crescenzo e Ligorio. Durante il secondo giro Andriani si libera di Longo, passa in seconda posizione e vi resterà sino al termine della manche. Longo ora deve guardarsi le spalle e resistere ad Angiulli e Ligorio (1° della MX1); a qualche metro di distanza segue Lamanna e Davide Citiso (Yamaha MX2). Nel terzo giro, tralasciando la battaglia continua per la terza piazza; Angiulli fà un errore ed ora a pressare Longo c'è Ligorio, più indietro Angiulli e Lamanna; Citiso deve vedersela con il rimontante Max Serafino (Yamaha 125). Nel quarto giro Lamanna sale in quinta posizione assoluta davanti ad Angiulli e Serafino che ha avuto la meglio su Citiso. Passa un altro giro e Ligorio è terzo davanti a Longo, Lamanna, Angiulli e Serafino. Successivamente Angiulli supera Lamanna e passa all'attacco di Longo, lo supera e si porta in quarta posizione assoluta (terzo della MX2). A due giri dal termine, Angiulli raggiunge e supera Ligorio guadagnando la terza posizione, De Vitis fa lo stesso con Serafino e gli soffia la quinta posizione della MX2. La manche termina quindi con Grieco primo, Andriani secondo ed Angiulli terzo. Quarto assoluto ma primo della MX1 Ligorio, che precede Longo (4° MX2), Lammana (2° MX2) e De Vitis (5° MX2).


Clicca qui per vedere le foto di questa categoria
Al secondo via, la prima partenza viene annullata, il motivo reale non lo conosciamo ma al momento dell'abbassarsi del cancelletto c'era un pilota che ancora doveva salire in sella. I piloti si rischierano e si riparte. Tanto per cambiare (hihi) in testa c'è Donato Grieco, lo seguono Andriani, Lamanna (in foto), Serafino e Ligorio. Al primo salto Marco Cretì (Honda MX2) e De Vitis sono in 4° e 5° posizione dietro a Serafino. De Vitis cade abbastanza pesantemente all'atterraggio del secondo salto ma fortunatamente si rialza e prosegue la corsa. A metà giro Grieco è al comando ma Andriani lo segue come un'ombra, terzo Serafino che ha un minimo vantaggio su Lamanna, Cretì, Angiulli e Ligorio. Nel secondo giro Lamanna raggiunge Serafino e Angiulli sopravanza Cretì. Giunti al terzo giro Grieco ed Andriani sono ancora vicini, a distanza segue un agguerrito gruppetto capeggiato da Serafino. Al quinto giro Grieco ha un pò di vantaggio su Andriani, terzo sempre Serafino che ha un minimo di vantaggio su Lamanna che è pressato da Angiulli. Vincenzo Longo supera Ligorio e si porta all'attacco di Cretì. Al settimo passaggio Angiulli è terzo seguito da Lamanna, Serafino, Cretì, Longo e Ligorio. Sul finire della manche Serafino perde altre tre posizioni cedendo a Cretì, a Longo ed a Ligorio. Longo riescie a superare Cretì guadagnando la quinta posizine assoluta. La manche termina quindi con Grieco primo, Andriani secondo ed Angiulli terzo. Quarto ma primo della MX1, Lamanna che ha preceduto Longo, Cretì e Ligorio (secondo della MX1).
Gara della MX2 meritatamente a Grieco che in queste due gare ha dimostrato di essere nettamente superiore ai suoi avversari. Secondo gradino del podio per il veloce Andriani e terzo per Angiulli alla sua prima gara dell'anno. Quarto Longo e quinto lo spilungone Cretì. La MX1 và a Domenico Lamanna (anche per lui prima gara dell'anno) grazie al miglior risultato ottenuto nella seconda manche; secondo a paripunti Ligorio.


AGONISTI
(MX2 e MX1)

Clicca qui per vedere le foto di questa categoriaQuattordici i piloti che hanno dato spettacolo in quelle che sono le classi regine, di questi cinque piloti della classe MX1. Scende il cancelletto e comincia lo show di whip, scrub e curve con le pedane che toccano il suolo. Al primo via Di Bello (KTM MX1 in foto), sfrutta la sua esperienza e la potenza della sua 450 e curva per primo; dietro di lui ci sono gli MX2, Marcello Carrisi, Mario Buongiorno, Leo Colucci e Marco Margiotta (tutti su Honda). Sul secondo salto Margiotta supera Colucci e si porta in quarta posizione. A metà giro Colucci deve cedere al rimontante Vito Marseglia (Kawasaki MX1). Nel secondo giro Buongiorno supera Carrisi portandosi in seconda posizione alle spalle di Di Bello che ha già un pò dii vantaggio. Nel giro successivo Carrisi cede anche a Margiotta ed ha alle calcagne Marseglia. Stefano Di Gennaro (KTM MX2) che era partito male, nel frattempo ha superato Colucci, è salito in sesta posizione e và a raggiungere Carrisi e Marseglia; nel giro seguente supera sia Marseglia che Carrisi portandosi in quarta posizione assoluta. Al quinto giro Marseglia riesce a superare Carrisi guadagnando la quinta posizione assoluta. Passano i giri e Di Bello sempre al comando comincia i doppiaggi; Di Gennaro raggiunge, pressa e supera Margiotta che non è al 100% perché ha lavorato sino alla notte precedente per sistemare la pista. Altri quattro giri e la manche giunge al termine con Di Bello che taglia il traguardo in monoruota, Buongiorno chiude secondo assoluto ma primo della MX2; poi arrivano Di Gennaro (2° MX2) e Margiotta (3° MX2) che ha resistito agli attacchi di Marseglia (2° MX1). Carrisi e Colucci sono rispettivamente 4° e 5° della MX2. Massimo Congedo (Honda) è il terzo della MX1 seguito da Fabio Lapenna (Honda) ed Antonio Sforza (Suzuki).

Clicca qui per vedere le foto di questa categoriaL'holeshot della seconda manche è di Di Bello che precede Di Gennaro, Colucci, Margiotta e Congedo. Dal primo salto sbuca Di Bello seguito da Colucci, Margiotta, Di Gennaro (in foto) e Marseglia. Di Gennaro si riporta nuovamente in seconda posizione davanti a Colucci. Di Gennaro è il primo a spuntare dal salto col gonfiabile Uisp, dietro di lui c'è Di Bello e poco distanti Colucci, Margiotta e Marseglia. Al secondo giro Di Bello è nuovamente in testa seguito da Di Gennaro, Margiotta e Marseglia che hanno sopravanzato Colucci. In sesta posizione c'è Congedo che precede il rimontante Buongiorno. Nella tornata seguente Buongiorno supera Congedo e si porta all'attacco di Colucci che occupa la quinta posizione. Nel quarto giro Marseglia ha la meglio su Margiotta e gli soffia la terza posizione assoluta, Buongiorno li segue in quinta posizione. Altri due giri e Buongiorno raggiunge Margiotta e comincia a pressarlo, passa un altro giro e lo supera sulla salita del gonfiabile. Nel frattempo Carrisi è davanti a Colucci in sesta posizione. Ancora altre due tornate e Buongiorno è dietro a Marseglia pronto a soffiargli la terza posizione assoluta, è cosi accade nella tornata successiva. Siamo al 15° giro quando Di Bello taglia il traguardo con dieci 10 di vantaggio su Di Gennaro (1° della MX2) ed 11 su Buongiorno (2° della MX2). Quarto assoluto ma secondo della MX1 Marseglia, dopo altri 24 secondi arrivano Margiotta, Carrisi e Colucci rispettivamente 3°, 4° e 5° della MX2. Ad ulteriori 20 secondi Condedo terzo della MX1.
La gara della MX2 và a Stefano Di Gennaro che ha la meglio su Buongiorno (autore del giro più veloce di tutta la gara 1:11.597 ottenuto nella prima manche) grazie al miglior risultato ottenuto nella seconda manche. Terzo il pilota di casa Margiotta, quarto e quinto posto per il giovane Carrisi e Colucci. La MX1 va a Di Bello che meglio di così non poteva fare (ha vinto l'assoluta di tutte e due le manche), secondo l'ostunese Marseglia che precede il locale Congedo, Sforza e Lapenna.


Inviate il VOSTRO Commento via mail o tramite messaggio in facebook..

Testa


Classifiche di giornata

Minicross

Hobby

Amatori

Esperti

Agonisti

1a Manche 65 e 85

1a Manche MX2

1a Manche MX2

1a Manche MX2

1a Manche MX2

2a Manche 65 e 85

2a Manche MX2

2a Manche MX2

2a Manche MX2

2a Manche MX2

FINALE 65 e 85

FINALE MX2

FINALE MX2

FINALE MX2 e MX1

FINALE MX2 e MX1

1a Manche MX1

1a Manche MX1

2a Manche MX1

2a Manche MX1

FINALE MX1

FINALE MX1

Testa



Foto


Qui le foto di Piero Dalena

Inviate le VOSTRE foto (possibilmente di buona qualità) via mail



Torna alle news

Testa





questo oggetto è tratto da PDMX.it il Motocross in Puglia e non solo...
( http://www.pdmx.it/e107_plugins/content/content.php?content.284 )